Le parole più usate come Passwords

Una recente ricerca mostra che gli utenti di Internet non usano più la famosa stringa “123456” come propria password nei vari servizi, ma invece altre parole incredibilmente facili da indovinare.

CBT Nuggets scrive questo articolo dopo aver analizzato ben 50.000 dati di emails e passwords, scoprendo che le parole più comunemente usate come password sono “love”, “star”, “girl” e “angel”. E subito dopo a seguire ci sono: rock, miss, hell, Mike, e John perchè si, usare nomi nelle proprie passwords è sempre una buona idea. E invece NO!

Account di Yahoo, i più hackerati

“Michael” o “Mike” sono i nomi più comunemente usati come password, seguiti da Chris o Christopher, John o Jonathan, Dave o David, e Math o Matthew.

Quindi, utilizzando il mio nome non è una buona idea, ma per quanto riguarda il mio nome utente? Vi starete chiedendo. Questa è una terribile idea. E questo studio mostra che il 42 % di coloro che avevano i propri accounts violati stavano attualmente utilizzando l’username. Le varianti più utilizzate sono poi i nomi di Amy, Lisa, e Scott.

CBT Nuggets mostra che gli accounts Yahoo sono i più esposti, seguiti da Hotmail (ora chiamato Outlook di recente) e Gmail. Yahoo, comunque, guida la lista con una percentuale shock del 47.95 % di possibilità di essere hackerati.

Nel caso in cui vi stiate chiedendo quale può essere il modo per proteggere il proprio account, essenzialmente conviene prestare attenzione a indicare una password che risulti difficile da indovinare, in combinazione con l’autenticazione a due-fattori. Se avete difficoltà nel ricordare le passwords, valutate la possibilità di utilizzare un password manager, che è considerata sempre la migliore scelta, perchè questa opzione non dà assolutamente alcuna possibilità di perdere nemmeno una password.

Se utilizzi già una distribuzione GNU/Linux, hai un password manager integrato nel sistema, che memorizza per te in un portafoglio criptato le password che utilizzi. Altrimenti segnalo LessPass, un password manager open source direttamente web, indipendente dal sistema operativo, installabile come estensione di Firefox oppure di Chrome!

Avvia una discussione su questo tema per coinvolgere i lettori con le tue opinioni