Come trovare data e ora esatte di installazione del proprio sistema Linux

Sono sempre curioso di sapere piccole cose interessanti su Linux. Oggi mi è venuta in mente una domanda. Da quanto tempo uso il mio sistema operativo Arch Linux? Non ho idea della prima installazione di Arch Linux. Funziona molto bene da quando è stato installato. Sono sicuro che è stato un anno fa. Ma non conosco il giorno esatto. Ti sei mai chiesto da quanto tempo usi il tuo sistema operativo Linux senza reinstallare? Continua a leggere per trovare la data e l’ora di installazione esatte del tuo sistema operativo Linux.

Trova la data e l’ora esatte di installazione del tuo sistema operativo Linux

Se usi Arch Linux e i suoi derivati come Manjaro Linux, puoi facilmente scoprire da quanto tempo lo usi senza una reinstallazione analizzando i registri pacman come mostrato di seguito.

$ head -n1 /var/log/pacman.log

Output di esempio dal mio sistema Arch Linux:

[2016-05-05 13:10] [PACMAN] Esecuzione di 'pacman -r / mnt -Sy --print-format =% s --cachedir = / mnt / var / cache / pacman / pkg --noconfirm base sudo grub wireless_tools wpa_supplicant wpa_actiond netctl dialog os-prober '

Come vedi sopra, sto ancora usando la mia prima installazione dal 05 maggio 2016. Anche se Arch Linux ha un modello di rilascio progressivo, non ho mai dovuto reinstallare Arch Linux. Funziona perfettamente senza rallentamenti. Ho 3 sistemi Arch Linux (un host e due vms) nel corso degli anni e non ho mai dovuto “reinstallare” nemmeno una volta. E sono sicuro che non lo reinstallerò presto.

Cosa succede se i registri sono già stati eliminati? Nessun problema. Puoi ancora scoprire i tempi di installazione del tuo sistema operativo Linux.

Passa all’utente root. Su Debian, quindi sistemi Ubuntu, è sufficiente eseguire il comando seguente per passare all’utente root.

$ sudo su

Ora, esegui uno dei seguenti comandi come utente root.

# fs = $ (df / | tail -1 | cut -f1 -d '') && tune2fs -l $ fs | grep creato

O,

# dumpe2fs / dev / sda1 | grep 'File system creato:'

O,

# tune2fs -l / dev / sda1 | grep 'File system creato:'

Sostituire / dev / sda1 con la partizione di unità hdd corretta.

Verrà visualizzato quando il file system è stato originariamente creato.

Uscita campione:

File system creato: gio 5 maggio 18:40:19 2016

Questi comandi funzioneranno su tutte le distribuzioni Linux.

Su Fedora, RHEL e i suoi cloni come CentOS, puoi trovarlo usando il seguente comando:

$ sudo rpm -qi basesystem

Esempio di output dal mio server CentOS 7:

Nome: basesystem
Versione: 10.0
Rilascio: 7.el7.centos
Architettura: noarch
Data installazione: Lun 24 Nov 2014 17:54:17 IST
Gruppo: Ambiente di sistema / Base
Dimensione: 0
Licenza: dominio pubblico
Firma: RSA / SHA256, ven 04 lug 2014 06:16:57 IST, ID chiave 24c6a8a7f4a80eb5
RPM sorgente: basesystem-10.0-7.el7.centos.src.rpm
Data di costruzione: ven 27 giu 2014 16:07:10 IST
Build Host: worker1.bsys.centos.org
Rilocazioni: (non trasferibile)
Packager: CentOS BuildSystem <http://bugs.centos.org>
Venditore: CentOS
Riepilogo: il pacchetto skeleton che definisce un semplice sistema CentOS Linux
Descrizione:
Basesystem definisce i componenti di un CentOS Linux di base
sistema (ad esempio, l'ordine di installazione del pacchetto da utilizzare durante
bootstrap). Il sistema di base dovrebbe trovarsi in ogni installazione di un sistema,
e non dovrebbe mai essere rimosso.

Oppure, per visualizzare solo la data di installazione, eseguire questo:

$ sudo rpm -qi basesystem | grep Installa 
Data di installazione: Lun 24 Nov 2014 05:54:17 PM IST
Grazie per aver seguito questa nostra mini guida, se i contenuti di Spcnet ti sembrano interessanti, continua a seguirci, qui e sui social!

Avvia una discussione su questo tema per coinvolgere i lettori con le tue opinioni