Come vedere esattamente dove una foto è stata scattata (e come disattivare la geolocalizzazione)

Paris mappa con pin

Gli smartphone attuali memorizzano i dati GPS delle foto che scattano. Sì, quelle foto che stai scattando contengono dati di localizzazione integrati – almeno come impostazione predefinita. Anche molte fotocamere digitali moderne fanno lo stesso.

Spesso è possibile diventare quasi detective Internet, sbirciando dettagli nascosti nella foto che trovate online per scoprire dove sono state scattate. Si consiglia di nascondere queste informazioni quando si decide di condividere tali foto sensibili on-line.

Trovare le coordinate GPS

Queste informazioni vengono memorizzate come “metadati” integrati nel file foto stesso. Tutto quello che dovete fare è visualizzare le proprietà del file e cercarlo. E’ un po’ come le informazioni potenzialmente incriminanti che possono essere memorizzate insieme ai documenti di Microsoft Office o PDF.

Questo è incorporato in Windows. Scarica il file di immagine sul computer, fare clic destro del mouse su di esso, selezionare Proprietà, e fare clic sulla scheda Dettagli. Cercare la latitudine e longitudine, ovvero le coordinate GPS.

Su un Mac, scaricare il file, fare clic destro (o Control-clic su di esso), e selezionare Ottieni informazioni. Vedrete la latitudine e longitudine sotto Maggiori dettagli.

Certo, si può essere in grado di vedere queste informazioni con un’applicazione “viewer EXIF”, ma la maggior parte dei sistemi operativi hanno questa funzione incorporata.

Questa informazione non è incorporata in ogni singola foto. La persona che ha scattato la foto potrebbe aver disabilitato questa funzione sul proprio telefono o rimosso manualmente i dettagli EXIF dopo. Molti servizi online di condivisione di immagini – ma non tutti – eliminano automaticamente i dettagli di geolocalizzazione per motivi di privacy. Se non vedi questi dettagli, significa che il file in oggetto ne è stato già privato oppure non sono mai stati raccolti.

Abbinare le coordinate per una posizione su una mappa

Queste sono le coordinate standard di GPS, abbiamo solo bisogno di abbinarli ad una posizione su una mappa per trovare dove la foto è stata scattata in realtà. Molti servizi di mappatura offrono questa funzione – è possibile collegare direttamente le coordinate in Google Maps, per esempio. Google offre le istruzioni per la formattazione corretta delle coordinate per Google Maps . Inserite le coordinate in uno di questi servizi e vedrete esattamente dove la foto è stata scattata su una vera e propria mappa.

Tenete a mente che questo è solo una raccolta di metadati e potrebbero essere falsi, ma è piuttosto raro che qualcuno si prenda la briga di falsificare metadati invece di eliminarli del tutto.

Come smettere di Incorporare coordinate GPS nelle foto

Se si desidera disattivare tutto questo, si può andare in app Fotocamera del telefono e disabilitare l’impostazione della geolocalizzazione. È anche possibile rimuovere i dati EXIF incorporati prima di condividere le foto potenzialmente sensibili.

Tenete a mente che queste coordinate vengono utilizzate anche per aiutarti. Ad esempio, con un servizio come Google+ Foto, Flickr di Yahoo! o iCloud Fototeca di Apple, è possibile organizzare le foto e visualizzare da dove sono state scattate. Si può sempre togliere l’informazione sulla posizione in seguito, se si desidera condividere una foto – ecco perché tanti servizi rimuovono già automaticamente i dettagli di geolocalizzazione quando si condivide la foto con qualcun altro.

Su un iPhone, aprite l’applicazione Impostazioni, toccare Privacy, e poi servizi di localizzazione. Toccare l’applicazione Camera nella lista e selezionare “Mai” per “Consenti accesso alla posizione.” L’applicazione della fotocamera non avrà accesso alla tua posizione e non sarà in grado di incorporarla nella foto.

Su Android, questo processo varia da telefono a telefono. Diversi produttori hanno le impostazioni direttamente nella fotocamera, e Android 4.4 funziona già in modo diverso da Android 5.0. Bisogna dunque cercare dentro impostazioni rapide dell’app fotocamera o nella schermata delle impostazioni e cercare un’opzione che disattiva questa funzione – o semplicemente eseguire una rapida ricerca sul web per scoprire come disattivare nel caso specifico per il tuo telefono.


I metadati EXIF ​​memorizzati insieme alle foto comprendono anche alcuni altri dettagli. Ad esempio, è possibile vedere esattamente quale modello di fotocamera (o smartphone) la persona ha utilizzato per scattare tale foto. È inoltre possibile esaminare le impostazioni di esposizione e altri dettagli tecnici.

La maggior parte di questi dettagli non sono considerati nemmeno lontanamente così sensibili come i dettagli della posizione GPS – anche se è vero che i fotografi professionisti potrebbero voler mantenere i loro trucchi e impostazioni un po’ segreti!

Avvia una discussione su questo tema per coinvolgere i lettori con le tue opinioni