Google lancia Project FI, per entrare nel mondo mobile

Google vuole diventare un vostro gestore di telefonia mobile.

Il gigante del motore di ricerca ieri ha annunciato il suo lungamente atteso servizio wireless negli Stati Uniti, chiamato Project Fi.

Google spera di distinguersi cambiando il modo in cui si ricaricano i clienti. In genere, i proprietari di smartphone pagano il gestore come AT & T e Verizon una certa quantità per una certa quantità di dati. Google dice che i clienti pagheranno solo per i dati che utilizzano sui loro telefoni, liberi dunque di fare le cose come effettuare chiamate, ascoltare musica e utilizzare le applicazioni, potenzialmente risparmiando notevoli quantità di denaro.

Per il momento, il programma va solo per inviti e sarà disponibile solo su smartphone Google Nexus 6.

Google è entrata nel settore wireless con un nuovo servizio che combina i segnali cellulari e la rete Wi-Fi.CNET

“E’ importante che la connettività wireless e la comunicazione sia veloce ovunque, facile da usare, e accessibile a tutti” dice Nick Fox, vice presidente dei prodotti di comunicazione di Google, in una dichiarazione su Project Fi.

Il nuovo servizio wireless di Google, grazie agli sforzi nella costruzione, rappresenta un cambiamento nel settore wireless. Questi sforzi sono cominciati nel 2005, quando la società ha acquistato il nascente software Android per i propri telefoni cellulari e ha iniziato a dare vita a produttori di telefonini come Samsung, LG e Lenovo. I concorrenti, come Microsoft, di solito fanno pagare l’utente finale per il loro software. Il piano ha funzionato: oggi, Android si trova nell’80 per cento degli smartphone a livello mondiale.

Il passo successivo per il gigante dei motori di ricerca è quello di espandersi nel mondo delle connessioni cellulari e wireless.

Google ha detto che offrirà un programma ad un unico prezzo. Per 20 dollari al mese, si ottiene traffico voce, testo, tethering Wi-Fi e la copertura internazionale in più di 120 Paesi. Poi ci sarà un supplemento di $ 10 per gigabyte al mese. Ma se non si utilizzano tutti i dati che hai comprato, Google rimborsa quello che non si è utilizzato. Il servizio non richiede alcun contratto annuale.

Offrirà inoltre una nuova tecnologia per consentire agli utenti di passare da segnale cellulare e Wi-Fi anche durante una chiamata. La tecnologia nascente aiuterà Google a mantenere bassi i costi e i clienti a evitare di fare affidamento sulle reti cellulari che sono spesso oberati dal traffico wireless. Il programma inoltre può memorizzare il numero di telefono sui server di Google, in modo che si sarà in grado di utilizzare il proprio numero per parlare e mandare SMS da un telefono, tablet o laptop.

Google non sta costruendo una propria rete wireless per fare tutto questo. Il gigante di Internet ha fatto un accordo con i gestori statunitensi Sprint e T-Mobile per utilizzare le loro reti.

“Siamo orgogliosi di consentire l’ingresso di Google nel settore wireless come fornitore di servizi”, ha detto Sprint in un comunicato.

Eppure, per le aziende mobile, l’ingresso di Google nel mercato potrebbe essere preoccupante. Google, con le sue risorse finanziarie e l’influenza, ha il potere di scuotere l’intero settore.

Quando il capo del prodotto di Google Sundar Pichai ha confermato il servizio wireless in febbraio, ha cercato di rassicurare i gestori. Ha detto che il servizio wireless di Google è stato concepito per essere un esperimento su piccola scala.

Google è la società dal più alto profilo per fare questo, ma non è l’unica azienda che offrirà questo tipo di servizio. Repubblica Wireless e Scratch Wireless, due società più piccole, potranno offrire i servizi simili.

“Google può influenzare l’intero ecosistema Wi-Fi per contribuire a migliorare la tecnologia”, ha dichiarato Jon Finegold, vice presidente del marketing per Scratch Wireless. “E alla fine, ci avvantaggerà.”

Avvia una discussione su questo tema per coinvolgere i lettori con le tue opinioni