Hackers alla Casa Bianca

Hackers alla Casa Bianca

L’amministrazione Obama ha rivelato che una rete informatica non di utilizzo riservato, utilizzato dal governo degli Stati Uniti è stata invasa da parte di hacker.

Rivelato dal New York Times , un anonimo funzionario della Casa Bianca ha ammesso che macchine e sistemi utilizzati dal personale dirigente del Presidente Obama sono stati infettati.

La violazione della sicurezza ha causato interruzioni di sistema temporanei “a seguito di misure che abbiamo adottato per difendere la nostra rete”, secondo il funzionario, non appena è stata osservata l’attività di rete straordinaria e insolita.

La pubblicazione afferma che l’intenzione degli hacker non sembra essere basata sul furto di informazioni o sistemi di distruzione, ma piuttosto di sondaggio e potenzialmente di mappatura della rete della Casa Bianca di server non segreti, o di condurre semplicemente una sorta di ispezione.

Posted on

Author L'autore

Dario Fadda alias {Nuke}

Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.