Il dopo-Snowden sta cambiando le abitudini delle persone

Sulla scia dei consigli di Edward Snowden per passare da Dropbox, Facebook e Google ai servizi che pongono una massima priorità in materia di sicurezza e privacy, F-Secure sta rilasciando risultati di un sondaggio che mostra come molte persone sono disposte ad affrontare proprio questo passaggio.
L’indagine, che ha intervistato 4.800 persone negli Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Brasile e le Filippine, mostra anche che la maggior parte delle persone hanno cambiato alcune delle loro abitudini su Internet negli ultimi mesi a causa di un aumento di sensibilità sui problemi di privacy.

In una recente intervista video, il Whistleblower Snowden mette in guardia gli spettatori, dicendo che tali importanti servizi Internet sono pericolosi e devono essere evitati. E infatti, il 53% degli intervistati ha detto che sarebbero disposti a passare da servizi come Google per altri servizi meno invasivi, considerata la mole di Dati che Google e Facebook collezionano per ogni azione dell’utente su Internet.

In ogni caso il sondaggio evidenzia una tendenza molto diffusa ormai e sempre più popolare che è la preoccupazione per la propria riservatezza.
Riservatezza di dati personali che (seppur citati nelle norme di utilizzo di tali strumenti, Dropbox, Google, Facebook) tuttavia non siamo consapevoli di dover diffondere tutte queste informazioni sulla nostra persona (anche perchè nessuno va mai a leggere completamente la licenza di utilizzo di Google) ma di certo si scoprirebbero tante di quelle informazioni collezionate, da far passare la voglia di utilizzarlo a chiunque!

E quali sono le alternative?
Esistono ormai da anni alternative a Google e a Gmail, che utilizzano algoritmi di protezione e anonimato garantiti e riconosciuti, e dichiarati pure, grazie soprattutto alla non rilevazione delle nostre informazioni “lato utente” come per esempio www.startpage.com oppure www.startmail.com!
La libertà individuale non dovrebbe mai essere scavalcata nemmeno dalla più legale delle licenze di utilizzo e l’individuo DEVE accorgersi.

Avvia una discussione su questo tema per coinvolgere i lettori con le tue opinioni