Il gigante dei data center Equinix rivela l'incidente di ransomware

Equinix, uno dei maggiori fornitori al mondo di data center di colocation su richiesta, ha rivelato oggi una violazione della sicurezza.

In una breve dichiarazione pubblicata sul suo sito web, Equinix ha affermato di aver trovato ransomware sui suoi sistemi interni, ma che il nucleo principale dei suoi servizi rivolti ai clienti è rimasto inalterato.

"I nostri data center e le nostre offerte di servizi, inclusi i servizi gestiti, rimangono pienamente operativi e l'incidente non ha influito sulla nostra capacità di supportare i nostri clienti", ha affermato la società.

Non vi è alcun suggerimento che la società stia minimizzando l'incidente, senza che siano state segnalate interruzioni di rilievo al momento della scrittura e nessuna ondata di reclami dei clienti inonda i social media.

"Si noti che poiché la maggior parte dei clienti utilizza le proprie apparecchiature all'interno dei data center Equinix, questo incidente non ha avuto alcun impatto sulle loro operazioni o sui dati sulle loro apparecchiature in Equinix", ha aggiunto la società.

I dettagli sui dettagli dell'attacco non sono disponibili, con Equinix che cita un'indagine in corso.

Equinix è solo l'ultimo di un lungo elenco di incidenti ransomware che hanno avuto un impatto sui provider di hosting web e data center. L'elenco include anche  CyrusOne,  Cognizant,  A2 Hosting,  SmarterASP.NETDataresolution.net e  Internet Nayana.

Tali società sono obiettivi maturi per i criminali informatici e in particolare per le bande di ransomware. Le ragioni sono semplici e riguardano l'effetto immediato dei loro attacchi, che spesso interrompono i servizi per le aziende colpite, ma anche per i rispettivi clienti, che si aspettano un uptime quasi perfetto.

Questo di solito mette sotto pressione il data center o il provider di hosting web per ripristinare immediatamente i servizi, il che a volte può includere il pagamento di enormi richieste di riscatto.

Equinix è quotata alla borsa del NASDAQ come EQIX e aveva circa 8.000 dipendenti. All'inizio di quest'anno, Equinix ha stipulato un accordo per l'acquisto di un portafoglio di 13 siti di data center, che rappresentano 25 data center in tutto il Canada da BCE Inc. per circa $ 750 milioni .


Author

L'autore

Dario Fadda alias {Nuke}

Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.

Currently there are no comments, so be the first!
intopic.it