Microsoft crea il proprio FreeBSD per Azure

Microsoft crea il proprio FreeBSD per Azure
Microsoft creates its own FreeBSD VM Image for Azure Cloud Computing Platform

Quest’anno, Microsoft ha impressionato il mondo con l’annuncio “Microsoft loves Linux”, così come sviluppando un OS personalizzato Linux-based per il suo servizio Cloud Azure, selezionando Ubuntu come sistema operativo di base per il proprio servizio Big Data Cloud-based e aggiungendo la Bash shell sul proprio popolare Windows 10.

FreeBSD (Berkeley Software Distribution) è un sistema operativo Unix-like avanzato per computer, open source e usato come base per tutti i più grandi moderni servers, computer desktop così come su sistemi embedded (router).

Finora, l’unico modo di far partire FreeBSD per i clienti Azure era personalizzare una immagine dal di fuori di Azure (tramite la FreeBSD Foundation).

Comunque, la nuova release rende tutto più semplice per tutti gli utenti Azure installando FreeBSD direttamente dallo store Azure e avendo un supporto ufficiale direttamente da Microsoft, qualora necessario.

Insomma una ottima news per tutta la comunità open source, che rende questo sistema operativo ancora più importante, considerato sempre di più il miglior sistema operativo per server.

Posted on

Author L'autore

Dario Fadda alias {Nuke}

Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.