Nanofoam può fornire edifici con integrità strutturale superiore

Nanofoam può fornire edifici con integrità strutturale superiore

Le pareti di un edificio possono essere realizzate con materiali diversi, a volte un mix di legno e pietra, altre volte di metallo e calcestruzzo, o altre ancora tramite una combinazione dei quattro. Spesso, però, un’altra sostanza viene utilizzata: la gomma piuma.

Questo materiale espanso è ottimo per molte cose, ma il suo utilizzo principale è che, oltre alla resistenza agli urti, fornisce isolamento termico e sonoro.

Questo è anche una grande parte del motivo per cui le pareti che contengono gomma piuma sono molto più spesse di quanto sarebbero normalmente.

Tuttavia, la schiuma può fare ben poco, ed è per questo che 2 dell’Università San Diego (UCSd) della California, San Diego, stanno progettando un nuovo tipo di schiuma.

La schiuma chiamata Nanofoam  è fatta di nidi d’ape, strutture porose che sono in grado di assorbire gli impatti in maniera molto meno localizzata.

In questo modo, subiscono molti meno danni  di quanto sarebbe altrimenti, e sono molto luminose nonostante la resistenza.

L’idea di assorbire energia ripartendola su un’area più ampia è già stata utilizzata in vari altri casi.

La differenza è che il nanofoam lo fa su scala nano.

“Stiamo sviluppando nanospugne che aiutano a disperdere la forza di un impatto su una zona più ampia”, ha detto Yu Qiao, professore di ingegneria strutturale alla UCSD Jacobs School of Engineering.

“Saranno  meno rigide, ma  effettivamente più resistenti di schiume ordinarie.”

Qiao e il suo team stanno cercando ora  di capire  quale sia la dimensione dei pori ottimale . Essi stanno prendendo in considerazione tutto, da 10 nanometri a 10 micron.

Qiao e i suoi colleghi miscelano  due materiali insieme a livello molecolare, quindi utilizzano il  “decapaggio” o la combustione per eliminare uno dei due, creando così i canali all’interno del nanofoam.

Quando sufficienti progressi saranno realizzati, nanomateriali metallici e polimerici saranno testati per vedere se si applicano gli stessi principi.

Posted on

Author L'autore

Dario Fadda alias {Nuke}

Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.