Rapporto di indagine: estrazione dei dati di telefonia mobile dalle forze di polizia in Inghilterra e Galles

Rapporto di indagine: estrazione dei dati di telefonia mobile dalle forze di polizia in Inghilterra e Galles

Dopo enormi critiche, l'autorità inglese per la protezione dei dati ha esaminato da vicino il tema delle valutazioni sui telefoni cellulari. Il risultato: la polizia prende troppi dati dai telefoni e li archivia per troppo tempo, spesso senza una base legale.

L'autorità britannica per la protezione dei dati ICO critica il modo in cui le forze dell'ordine gestiscono gli smartphone delle vittime in Inghilterra e Galles. Per il rapporto di indagine di 64 pagine (PDF), l'autorità aveva consultato le forze dell'ordine, i gruppi della società civile e le associazioni delle vittime. L'indagine è stata preceduta da numerose denunce di singoli individui e da un rapporto di Privacy International.

I telefoni cellulari ora archiviano gran parte della nostra vita, dalle rubriche alle foto private e alle nostre comunicazioni private. Oltre a questi dati, che spesso si estendono per lunghi periodi di tempo, i telefoni archiviano molto di più: cronologie del browser, geodati, Wifi usati, dati sanitari e spesso le password e i dati di accesso dei loro proprietari. Ciò rende oggi il telefono una delle fonti di dati più interessanti per le forze dell'ordine

Posted on

Author L'autore

Dario Fadda alias {Nuke}

Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.