Recensione e prezzi Asus Tinker Board

Recensione e prezzi Asus Tinker Board

Rebel Tech ha inserito di recente il nuovo Asus Tinker Board nei propri store a un prezzo sbalorditivo.

La Tinker Board è stata lanciata a gennaio come unico grande competitor diretto di Raspberry Pi 3 Model B. Anche se il prezzo si differenzia leggermente rispetto al suo competitor, la Tinker Board vanta un SoC più potente insieme a 2GB di RAM LPDDR3 e il supporto video 4K.

Questi tipi di dispositivi sono popolari tra gli appassionati di fai da te a causa della loro capacità di interfacciarsi con l’elettronica tramite i pin di Input/Output (GPIO) di uso generale. Questo li rende adatti a qualsiasi cosa che riguardi la robotica fino ai gadget fatti in casa. Diversamente dal Raspberry Pi, la Tinker Board viene dotato di un dissipatore passivo fuori dalla scatola.

Questo mini gioiellino della tecnologia del piccolo, è disponibile anche su Amazon per soli 70 Euro.

Specifiche: Asus Tinker Board
Processore Cortex-A17 Quad-core 1.8GHz
Memoria 2GB LPDDR3
Connettività Wi-Fi 802.11b/g/n, Bluetooth 4.0, Gigabit LAN
USB 4x USB 2.0
Audio 1x 3.5mm jack
Display 1x HDMI supports 4K @ 30Hz
Storage MicroSD card slot
Collegamenti Interni 1x 40-pin header
Prezzo 70,00 E.
Posted on

Author L'autore

Dario Fadda alias {Nuke}

Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.