Cover Image

Sono stati divulgati dati di 5 milioni di cittadini russi

24 Giugno 2020 - Tempo di lettura: 3 minuti

Secondo gli specialisti di sicurezza informatica, diversi siti Web hanno divulgato i dati personali di quasi 5 milioni di cittadini russi. Questa informazione è stata confermata da Ashot Oganesyan, fondatore e direttore dello sviluppatore di sistemi di protezione dei dati DeviceLock. 

"Il set di file è stato trapelato ieri e, secondo il tipo di informazioni contenute, riteniamo che la perdita sia originata dal portale di ricerca di lavoro di SuperJob", afferma il rapporto. 

Il database, composto da 4,8 milioni di singoli file, era disponibile per il download. 

Tra i dati che compongono ciascuna registrazione vi sono: nomi completi, sesso dell'utente, data di nascita, indirizzo e-mail, città di residenza, livello di reddito desiderato, società di telefonia mobile degli utenti, regione e fuso orario. Non c'è ancora nulla di confermato, ma i membri della comunità della sicurezza informatica credono che la violazione dei dati possa essere derivata dallo sfruttamento di alcune vulnerabilità non risolte sui server di questa piattaforma per la ricerca di lavoro.

Questo non è il primo incidente del suo genere riportato in SuperJob. Nel 2017, la piattaforma ha riferito di una violazione dei dati che ha rivelato le informazioni di milioni di utenti. In effetti, alcuni rapporti suggeriscono che entrambi gli incidenti riguardano praticamente gli stessi record, quindi alcuni ricercatori ritengono che lo stesso database sia stato trapelato in entrambi gli incidenti.

Per quanto riguarda i rischi di questa fuga, i ricercatori ritengono che le informazioni compromesse potrebbero essere utilizzate da gruppi criminali per indurre le persone a cercare lavoro, impiegando sofisticate campagne di phishing. 

In precedenza è stato riferito che la rete ha un database con dati presumibilmente di 115 mila russi bloccati all'estero a causa del coronavirus e di ritorno in Russia.

Currently there are no comments, so be the first!
intopic.it