Tesla, hackerato sito web e account Twitter

Tesla, hackerato sito web e account Twitter

E’ sempre più comune vedere attacchi informatici ai social network o ai siti di importanti marchi mondiali, è quello che è accaduto a Tesla nella giornata di ieri. Un gruppo di esperti ha hackerato non solo il sito web del costruttore di macchine elettriche e il suo account Twitter, ma anche quello del fondatore Elon Musk. Entrambi i social sono stati nel più breve tempo possibile ripristinati evidentemente, ma il sito web è in continuo aggiornamento, tra online e offline, anche ora mentre si scrive questo articolo.

Gli aggressori sembrano essere burloni in cerca di attenzione (hanno offerto una Tesla gratis” a chiunque facesse una chiamata a un negozio di riparazioni per PC, per esempio). Eppure, qualcosa ci dice che la società non è poi così divertita dallo scherzo – visto che non si sono esposti ancora con nessun commento sull’accaduto, ma scriveremo altri articoli se ci saranno nuovi aggiornamenti.

Posted on

Author L'autore

Dario Fadda alias {Nuke}

Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.