Visualizzazione della lunghezza termini di utilizzo per 14 app popolari

Ti prendi il tempo di leggere i termini di servizio prima di accettare quando scarichi l'ultima app o software?

Certo che lo fai ...

Il mondo è pieno di app e servizi Internet che chiedono ai potenziali utenti di accettare un accordo di servizio. Molte persone fanno clic su "d'accordo" e vanno avanti, sapendo che la lettura degli accordi di servizio potrebbe metterli a riposo e collegarli alla loro soluzione Internet preferita.

Ispirandosi al progetto del designer Dima Yarovinsky intitolato I Agreement , il post di oggi visualizza la durata degli accordi di servizio, contando le parole e calcolando il tempo impiegato dagli utenti a leggere ciascuno di essi.

Nessuno ha tempo per quello

La velocità di lettura media della maggior parte degli adulti è compresa tra 200 e 250 parole al minuto (wpm). Gli studenti universitari, probabilmente perché sono molto studiosi e non scremano, muovono quel ritmo fino a circa 300 parole al minuto. Per motivi di questa analisi, abbiamo calcolato i tempi di lettura in base a 240 wpm.


L'accordo di servizio per Microsoft si distingue in cima all'elenco con un accordo che richiederebbe più di un'ora per la lettura - un po’ meno tempo di quanto ci vorrebbe per leggere il 
Macbeth di ShakespeareAd essere onesti, questo accordo di servizio sembra coprire l'intera gamma di prodotti dell'azienda.

Questi accordi sono uno spaccato del jumbo legale esistente che esiste quando si tratta di regolamentare l'uso di queste app. Esistono numerosi accordi che approfondiscono ulteriormente le regole che regolano gli sviluppatori, le transazioni in contanti online e molto altro. L'americano medio dovrebbe mettere da parte quasi 250 ore per leggere correttamente tutti i contratti digitali che accettano durante l'utilizzo dei servizi online.

Indipendentemente da ciò, gli utenti possono sentirsi come se stessero perdendo tempo a rivedere un contratto che non può né cambiare o rifiutare, o, in modo più vitale, persino comprendere.

Non tutto il testo è uguale: il test di facilitazione alla lettura di Flesch

Apparentemente affrontando parte della sua stessa frustrazione testuale, il Dr. Rudolf Flesch ha osservato che alcuni testi, in particolare il linguaggio legale, sembravano essere scritti per rendere la lettura il più difficile possibile umanamente. 

Le frasi lunghe piene di parole arcane possono trascinare frasi semplici e scoraggiare la comprensione. Flesch voleva misurare la variabilità nella comprensione della lettura - e studiando diversi tipi di scrittura, ha sviluppato una formula per determinare la leggibilità e disprezzare per sempre gli avvocati.

Nel test Flesch Reading-Ease, punteggi più alti indicano materiale che è più facile da leggere. Numeri più bassi indicano passaggi che sono più difficili da leggere. La formula per il test Flesch Reading-Ease Score (FRES) è:

Il punteggio di leggibilità utilizza due metriche: 

  1. Il numero di parole per frase
  2. Il numero di sillabe per parola

Sulla base di questo punteggio, un testo corrisponderebbe a un determinato livello di istruzione. 

Punto Grado Avg. Parole per frase Sillabe per 100 parole
100-90 5 ° grado 8 123
90,0-80,0 6a elementare 11 131
90,0-70,0 7 ° grado 14 139
70,0-60,0 8a e 9a elementare 17 147
60,0-50,0 Dal 10 al 12 ° grado 21 155
50,0-30,0 Università 25 167
30,0-,0 Laureato 29 192

Quindi, in che modo gli accordi di servizio nel nostro campione si classificano in termini di test Flesch Reading-Ease?


Sebbene non siano i più difficili da leggere, includono sicuramente una discreta quantità di legalese che aiuta a scoraggiare la lettura. 
La lunghezza e la difficoltà di leggere questi accordi li rende praticamente inutili per la persona media.

Questo è un problema perché mina i concetti base dei contratti e il consenso informato. Gli utenti rinunciano ai propri diritti a loro insaputa.

Termini di servizio: tu sei il prodotto

Queste app e software sono in prima linea nella raccolta di dati per un settore multimiliardario.

Le attività e le informazioni dei singoli utenti vengono facilmente raccolte e archiviate, creando database di modelli utente. Questo tipo di informazioni comportamentali rende i marketer salivanti, consentendo loro di indirizzare i loro prodotti al loro pubblico ideale a costi inferiori rispetto alla pubblicità tradizionale.


Author

L'autore

Dario Fadda alias {Nuke}

Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.

Currently there are no comments, so be the first!
intopic.it