Cover Image

WhiteHawk si aggiudica un contratto di sicurezza informatica da 5,9 milioni di dollari

WhiteHawk Limited è stata incaricata da un responsabile della sicurezza delle informazioni (CISO) del governo federale degli Stati Uniti per implementare il Cyber ​​Risk Radar di WhiteHawk.
La notizia del contratto ha comportato un sostanziale aumento del prezzo delle azioni della società, che è salito di circa il 50% al momento della stesura di martedì mattina - un massimo di circa 14 mesi.

WhiteHawk è il primo scambio globale di sicurezza informatica online che consente alle aziende di tutte le dimensioni di intraprendere azioni intelligenti contro il crimine informatico.

Il contratto annuale Software as a Service (SaaS) è ​​un contratto fondamentale con un cliente di livello 1 - un dipartimento chiave del governo federale degli Stati Uniti.

Vedrà WhiteHawk generare ricavi di base di $ 580.000 ($ 811.000) e fino a ulteriori $ 600.000 ($ 839.000), per un totale fino a $ 1,18 milioni ($ 1,65 milioni) per ogni anno del contratto di $ 5,9 milioni in totale. Ciò avrà un grande impatto sulla crescita dei ricavi della linea principale dell'azienda. 

WhiteHawk implementerà il suo radar per il rischio informatico per il responsabile della sicurezza delle informazioni (CISO) del governo federale statunitense non divulgato. 

Il Cyber ​​Risk Radar è un abbonamento SaaS che monitorerà, identificherà e darà la priorità ai rischi sia informatici che aziendali delle società venditrici per questo dipartimento del governo federale degli Stati Uniti. 

WhiteHawk fornirà scorecard informatici sui rischi informatici trimestralmente, virtualmente e in remoto, per i fornitori da 150 a 300 del dipartimento, tramite una dashboard integrata di gestione dei rischi.

Questo è il primo contratto federale degli Stati Uniti in cui WhiteHawk è il Prime Contractor. 

Degli altri tre contratti CIO del dipartimento federale degli Stati Uniti, WhiteHawk è un subappaltatore di soluzioni informatiche di Accenture Federal, SAIC e GuideHouse (precedentemente PWC Federal).

Poiché si tratta del primo contratto federale statunitense in cui WhiteHawk è stato nominato Prime Contractor, si tratta di uno sviluppo estremamente importante.

Terry Roberts, presidente esecutivo di WhiteHawk, ha dichiarato sul contratto:

“Dopo una prova di valore di grande successo all'inizio dello scorso anno, ora stiamo mettendo in atto il nostro primo contratto quinquennale di Cyber ​​Risk Radar con un sofisticato CIO del governo degli Stati Uniti, che collaborerà con per portare le capacità della nostra piattaforma e dei servizi virtuali a un livello superiore".

Come affermato da Roberts, questo contratto è il risultato di una Prova di valore che è stata implementata all'inizio del 2019 attraverso 10 fornitori per la stessa agenzia governativa degli Stati Uniti.

Roberts ha recentemente dichiarato a Yahoo Finance di essere una "professionista paranoica del rischio internazionale". Ancora più importante, è una veterana di 35 anni della comunità di sicurezza nazionale e cyber intelligence degli Stati Uniti, tra cui come ex vicedirettore US Naval Intelligence, un senior executive del Dipartimento della Difesa e un dirigente del Carnegie Mellon Software Engineering Institute.

WhiteHawk mitiga i problemi di sicurezza

WhiteHawk ha dimostrato attraverso l'automazione e la competenza in materia, lo stato e la salute dei fornitori che utilizzano fonti di dati globali accessibili al pubblico, analisi dell'intelligenza artificiale e Cyber ​​Analytics personalizzato per valutare e riferire sui principali indicatori e vettori di rischio, aree che potrebbero richiedere un'attenzione prioritaria.

Poiché l'approccio del radar a rischio informatico è costituito da dati disponibili esternamente e non è invasivo, WhiteHawk non richiede l'accesso a risorse e configurazioni IT interne per fornire i propri servizi.

La tecnologia in rapida evoluzione aveva già impostato la sicurezza informatica come un settore in forte crescita, ma l'improvviso passaggio di COVID-19 al lavoro a distanza ha portato questo settore alla ribalta più rapidamente del previsto.

Le organizzazioni sono vulnerabili ai tentativi malvagi di sfruttare questo spostamento - proprio mentre i loro team IT sono al massimo e mentre diventano sempre più dipendenti da Internet e da una forza lavoro remota per operare.

Tuttavia, le organizzazioni stanno riconoscendo la necessità di un costante monitoraggio del rischio e di un approccio di mitigazione alla sicurezza informatica - ora più che mai.

Data la capitalizzazione di mercato della società di circa $ 20 milioni, c'è un significativo potenziale di rialzo offerto qui mentre la società continua a firmare nuove partnership e portare nuovi flussi di entrate in questo ambiente in continua evoluzione.

L'autore

Dario Fadda alias {Nuke} | Author
Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.

Currently there are no comments, so be the first!
intopic.it