YouTube disabilita permanentemente il canale giornalistico indipendente Press For Truth

YouTube ha disattivato permanentemente il canale giornalistico indipendente Press For Truth dopo oltre 14 anni sulla piattaforma.

Il giornalista investigativo Dan Dicks, che ospita Press For Truth, ha dichiarato di non aver ricevuto e-mail o avvisi da YouTube in merito alla disabilitazione del canale e ha aggiunto che il canale non ha avvertimenti sulle linee guida della community o sul copyright.

Il canale aveva oltre 272.000 abbonati e 35 milioni di visualizzazioni video prima che fosse cancellato e Dicks notò che cinque dei suoi film documentari erano tra i video eliminati.

Dicks ha affermato che la sua ultima comunicazione da YouTube prima che il canale fosse sospeso era un'e-mail su un reclamo di copyright automatizzato di Content ID su uno dei suoi video di 10 anni. Tuttavia, l'e-mail affermava che questo non era un avvertimento sul copyright e che il reclamo non influiva sullo stato del suo account.

A differenza di altri divieti YouTube, in cui i vecchi video e il canale di solito mostrano un avviso in cui si afferma che il video o il canale sono stati rimossi per violazione di una specifica politica di YouTube come discorsi di odio o molestie, le comunicazioni sul canale di Press For Truth e i suoi vecchi video non lo fanno fare riferimento alle norme di YouTube.

L'avviso sul canale dice "Il tuo account è stato disabilitato in modo permanente" mentre l'avviso sui vecchi video dice "Questo video non è più disponibile perché l'account YouTube ad esso associato è stato chiuso."

Dopo che Dicks ha twittato del suo canale disabilitato, YouTube ha risposto e ha scritto che il canale era stato sospeso per violazioni delle norme, ma non ha rivelato quali norme avrebbe presumibilmente violato.

Dicks ha fatto appello alla sospensione ma al momento il suo canale è ancora disabilitato.

Dicks ha affermato di sospettare che la cancellazione di Press For Truth sia correlata all'ultimo video che ha pubblicato sul canale. In questo video, ha sfidato la teoria della cospirazione sulla società di arredamento WayFair che sfrutterebbe i bambini, ha affermato di ritenere che si tratti di un argomento spinoso e ha suggerito che si trattava di una tattica diversiva per ridurre la copertura delle notizie sui veri e propri anelli del traffico sessuale di bambini.

Un mese prima che Press For Truth fosse permanentemente disabilitato, YouTube censurava uno dei suoi video che riguardava i richiami di siringhe di una società che era destinata a rifornire il Canada di vaccinazioni di massa. La storia era stata coperta da numerosi media tradizionali ma ciò non ha impedito a YouTube di censurare un creatore indipendente che discuteva della stessa storia.

"Stanno trasformando questa piattaforma in quello che assomiglierà alla televisione moderna", ha detto Dicks in risposta al suo canale disabilitato. "Non è più ragazzi di YouTube, ora è ThemTube".

Mentre Press For Truth è passato da YouTube, il contenuto è ancora disponibile sul suo sito Web e sulle piattaforme di hosting di video alt-tech BitChuteLBRY e Flote.

Negli ultimi due anni, la repressione di YouTube su ciò che ritiene essere un contenuto "controverso" ha portato molti creatori a discutere della censura delle notizie con l'outlet indipendente We Are Change e il canale di commenti Akkad Daily perdendo entrambi la capacità di monetizzare.

Nel frattempo, i media mainstream sono potenziati dagli algoritmi di YouTube e generano miliardi di impressioni attraverso la scelta di notizie sulla home page di YouTube.


Author

L'autore

Dario Fadda alias {Nuke}

Da sempre appassionato di informatica e del mondo open-source nel 2003 ho fondato il portale Spcnet.it per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo dei computers, con particolare attenzione alle tematiche di Sicurezza informatica, Malware e Ransomware, ma anche guide di Programmazione e utili suggerimenti per tutte le fasce di interesse.
Dal 2006 sono membro del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari), con cui cerco di dare il mio contributo attivo per eventi e LinuxDay.
Su Twitter segnalo e condivido nuovi Phishing pericolosi con approfondimenti sul Bank Security.

Ho ideato Hacker Alert per effettuare ricerche di vulnerabilità e phishing in tempo reale.

Praticamente per tutto ciò che scopro e che è degno di nota ne condivido il codice sorgente su Git Hub.
Per tutto il resto c'è Dario Fadda .it che contiene "quasi" tutto di me.

Currently there are no comments, so be the first!
intopic.it